Cistite (infiammazione della vescica) | Cos'è, cause e trattamenti

La cistite è un’infiammazione nella vescica. Questa condizione è molto preoccupante. Tuttavia, questo disturbo spesso non causa problemi gravi perché i pazienti possono riprendersi entro pochi giorni. La principale causa di infiammazione della vescica è un’infezione batterica.

    Cistite

    La cistite è più comune nelle donne. Questo è causato dalla dimensione dell’uretra che nelle donne più corta che negli uomini. Di conseguenza, i batteri provenienti da tutto l’ano facilmente entrano nella vescica.

    I sintomi della cistite

    I sintomi comuni che indicano la comparsa di cistite includono:

    • La frequenza di urinare supera il normale con una piccola quantità di urina rilasciata.
    • Dolore o sensazione di bruciore durante la minzione.
    • L’urina è torbida o pungente.
    • Dolore nell’addome inferiore.
    • Sangue nelle urine.
    • Febbre e spossatezza.

    La cistite nei bambini può causare sintomi come febbre con temperatura corporea superiore a 38°, riduzione dell’appetito, debolezza, vomito,incontinenza e confusione.

    Cause

    La cistite si verifica quando i batteri che normalmente vivono nell’intestino o nella pelle entrano e si moltiplicano nel tratto urinario. Possono entrare in vari modi, ad esempio quando si hanno rapporti sessuali, quando si usa un catetere o per scarso igiene personale.

    I batteri che la causano nella maggior parte dei casi sono Escherichia coli ( E. coli ). Il rischio di infezione batterica nelle vie urinarie può essere maggiore quando una persona sperimenta un disturbo che svuota la vescica, la menopausa o il diabete.

    Oltre a essere innescato da varie cose sopra, la cistite può anche essere innescata da fattori quali:

    • Uso di farmaci chemioterapici, ad esempio  ciclofosfamide o ifosfamide .
    • Radioterapia .
    • Alcune malattie, come i calcoli renali, l’allargamento della prostata e l’infiammazione cronica delle vie urinarie ( cistite interstiziale ).
    • Prodotti chimici come sapone detergente intimo.

    Diagnosi

    Per diagnosticare la cistite, il medico deve fare un esame fisico, inclusa la richiesta di sintomi e una storia della malattia vissuta dal paziente.

    Una nuova diagnosi di cistite può essere stabilita se l’esame è completato da indagini, come l’analisi di campioni di urina per rilevare la presenza di batteri, raggi X o ultrasuoni per cercare altre cause di infiammazione del tratto urinario. Da campioni di urina, possono anche essere effettuati test di coltura per vedere quali sono i batteri responsabili e determinare gli antibiotici appropriati.

    Un’altre indagine che può fornire risultati più dettagliati è la cistoscopia. Questo esame viene effettuato mediante l’inserimento di un piccolo tubo flessibile con fotocamera attacca alla sua estremità. Oltre a vedere la condizione delle vie urinarie, può essere effettuato ai fini della biopsia o del campionamento del tessuto del tratto urinario per ulteriori indagini in laboratorio.

    Trattamento

    Dopo che la diagnosi di cistite è positiva, il medico determinerà le fasi di trattamento necessarie per il paziente. Queste dipenderanno dalla gravità del paziente. I casi di cistite lieve di solito si riprendono senza trattamento entro pochi giorni.

    Alcuni passaggi indipendenti per ridurre i sintomi della cistite includono il bere per aiutare a liberare l’infezione dalle vie urinarie. Comprimere lo stomaco con acqua tiepida o tra le cosce per ridurre il disagio e prendendo gli antidolorifici se necessario ( paracetamolo o ibuprofene ). Inoltre, si raccomanda di non avere rapporti sessuali per un po’ in modo che la condizione dell’infezione non peggiori.

    Se la cistite non diminuisce, il trattamento che si può fare è attraverso la somministrazione di antibiotici. I medici possono impostare le dosi di antibiotici in base ai batteri presenti nelle urine e alla gravità della cistite. Gli antibiotici vengono solitamente prescritti per 3-7 giorni e i pazienti sono incoraggiati a prendere tutti gli antibiotici prescritti in modo che l’infezione possa scomparire completamente. Per i casi di cistite ricorrente, può essere aumentato il tempo di assunzione degli antibiotici. La cosa più importante è una valutazione più approfondita con uno specialista di reni o urologo, per scoprire la causa della cistite ricorrente.

    Complicazioni

    Se ignorata o non gestita correttamente, la cistite è a rischio di causare complicazioni. Esempi di complicanze che possono insorgere a causa di questa malattia sono il sanguinamento del tratto urinario ( ematuria ) e l’ infezione renale pelelitefrite ) .

    Prevenzione

    Ci sono alcuni semplici passaggi che possono essere applicati per evitare l’infiammazione, impedendo al contempo la ricorrenza, tra cui:

    • Non trattenersi dalla minzione e cercare di svuotare la vescica ogni volta che si urina. Inoltre, prova a urinare dopo il rapporto sessuale.
    • Evitare di pulire gli organi intimi con sapone da bagno o sapone per la pulizia delle parti intime contenente profumi.
    • Bevi molto per prevenire la proliferazione dei batteri nella vescica.
    • Indossare biancheria intima di cotone morbido.

      Ultimi approfondimenti dall'Open Wiki di OpenSalute

      Siamo anche su: