Allergia: cos'e, sintomi, cause e come prevenire
Allergie

Allergia

L’allergia è la reazione del sistema immunitario del corpo a qualcosa che è considerato estraneo che possa essere più o meno pericoloso. Questa può essere una sostanza che entra in contatto con il corpo.

    Allergia

    Allergeni o sostanze che provocano allergia interessano solo le persone che ne soffrono. In altre persone, questi allergeni non innescheranno una risposta immunitaria. Alcuni fattori che possono causare reazioni allergiche sono punture di insetti, acari della polvere, peli di animali, droghe, determinati alimenti e polline.

    Quando si incontra per la prima volta un allergene, il corpo produce anticorpi perché lo considera pericoloso. Se il corpo torna a contatto con lo stesso allergene, aumenterà la quantità di anticorpi per il tipo di allergene. Questo è ciò che innesca il rilascio di sostanze chimiche nel corpo (istamina) e provoca sintomi allergici.

    I sintomi dell’allergia

    Ci sono diversi sintomi dell’allergia comuni , tra cui:

    • Starnuti.
    • Tosse .
    • Mancanza di respiro
    • Eruzioni sulla pelle .
    • Naso che cola.
    • Il gonfiore si verifica in parti del corpo che si trovano in allergeni, come viso, bocca e lingua.
    • Prurito e arrossamento negli occhi.
    • Occhi rossi e lacrimanti.
    • Dolore addominale, vomito o diarrea

    La gravità delle allergie varia anche in base alla persona, ci sono quelli che sperimentano reazioni allergiche lievi e alcuni che sono gravi a risultati fatali chiamati anafilassi . Se si verifica anafilassi, è necessario un trattamento medico di emergenza.

    Il modo più efficace per prevenire le allergie è quello di evitare le sostanze scatenanti o gli allergeni. Ma se compaiono sintomi di allergia, ci sono alcuni farmaci anti-allergici che possono aiutare.

    Cause

    La sostanza che causa allergie o allergeni è solitamente innocua e non causa sintomi allergici in altri. Alcuni tipi di allergeni che possono causare generalmente allergie includono:

    • Punture di insetti, ad esempio punture di api.
    • Alcuni alimenti, come noci, pesce e latte.
    • Sostanze nell’aria, come peli di animali, acari della polvere o polline.
    • Farmaci, come gli antibiotici di penicillina.
    • Allergeni che entrano direttamente in contatto con la pelle, come sostanze chimiche in profumeria, sapone, shampoo o ingredienti di lattice.

    Le reazioni allergiche si verificano quando il sistema immunitario del corpo reagisce agli allergeni che considera pericolosi, anche se non lo è. Pertanto, si formano anticorpi chiamati immunoglobuline E (IgE). Quando il contatto tra il corpo e gli allergeni ritorna, il corpo produce più IgE. Quindi le IgE provocheranno il rilascio di sostanze chimiche naturali come l’istamina che causa sintomi allergici.

    Il rischio di una persona di provare allergie può anche aumentare a causa dell’erede e dell’ambiente. Questo si verifica generalmente nei bambini. Se tuo padre o tua madre hanno certe allergie, il bambino è anche ad alto rischio di avere allergie, anche se gli allergeni non sono sempre dello stesso tipo.

    I fattori ambientali possono anche influenzare il rischio di allergie. La ricerca mostra che più a lungo e spesso una persona è esposta a determinati allergeni, maggiore è il rischio di avere allergie. Altre cose che possono causare allergie sono il fumo, l’inquinamento, l’infezione e gli ormoni.

    Diagnosi

    Nella fase iniziale, il medico chiederà i dettagli dei sintomi, la frequenza e i tempi dell’apparenza e gli allergeni che si verificano. Il medico esaminerà anche le parti del corpo affette da allergie. Se il tuo allergene non è conosciuto con certezza attraverso l’esame iniziale, il medico di solito raccomanderà diversi test per un’ulteriore valutazione.

    Patch Test

    Il patch test è un test per diagnosticare le allergie abbastanza sicuro e non invasivo. Nei patch test, un tipo di allergene verrà posto in una celletta di plastico o di alluminio, quindi posizionata sulla pelle per due giorni mentre si controlla la reazione cutanea. I patch test sono usati per valutare la dermatite da contatto.

    Skin Prick Test

    In un skin prink test, delle gocce di allergene vengono posizionate sulla superficie cutanea del paziente e, successivamente, la cute viene leggermente incisa con un ago così da far penetrare l’allergene per vederne poi la reazione. Se il paziente è allergico alla sostanza, comparirà un grumo rosso e pruriginoso sulla pelle entro 15 minuti.

    Questo test cutaneo viene solitamente utilizzato per controllare i tipi di allergie in determinati alimenti e farmaci, allergeni nell’aria e veleni da insetti. Questo test è sicuro e può essere utilizzato da tutti.

    Esame del sangue

    Il tipo di analisi del sangue utilizzato è il test radioallergosorbent (RAST) che misurerà il livello di alcuni tipi di IgE nel sangue. Gli esami del sangue possono essere raccomandati insieme o per sostituire il test della puntura della pelle.

    Oltre a vedere un medico, puoi anche valutare gli allergeni che tu o il bambino sperimentate notando il tipo di cibo consumato e le reazioni allergiche che provoca al corpo.

    Se la tua allergia è sospettata di essere un’allergia alimentare, un altro test raccomandato è un test di eliminazione. Questo test è fatto evitando il tipo di cibo che si pensa sia un allergene per vedere le diverse reazioni dei sintomi sperimentati. Poi lo stesso tipo di cibo viene provato di nuovo dopo alcune settimane per guardare avanti alla prossima reazione. In alcuni casi, vengono effettuati anche test di sfida alimentare per vedere le reazioni dei pazienti con una stretta supervisione da parte dei medici. Durante questo test, gli allergeni vengono somministrati al paziente gradualmente. Anche se a rischio di sperimentare una grave reazione allergica, questo metodo include è più preciso nel determinare le allergie alimentari.

    Oltre a vedere un medico, puoi anche valutare gli allergeni che tu o il bambino sperimentate notando il tipo di cibo consumato e le reazioni allergiche che provoca al corpo.

    Prevenzione

    La prevenzione delle allergie dipende dagli allergeni. Il modo più efficace per prevenire le allergie è quello di evitarne l’innesco. Ma non tutte le fonti di allergie possono essere facilmente evitate come acari della polvere, animali domestici o cibo. Alcuni dei seguenti suggerimenti possono aiutare a prevenire le allergie.

    • Indossare indumenti chiusi o applicare lozioni repellenti per insetti durante il viaggio.
    • Evitare l’uso di profumi o profumi che possono attirare gli insetti.
    • Usa una maschera quando esci di casa.
    • Pulire regolarmente la casa, in particolare le stanze che vengono spesso utilizzate, come camere da letto e salotti, per evitare gli acari della polvere.
    • Evitare l’uso di spolverino perché può diffondere allergeni.
    • Pulire la superficie del mobile con un panno pulito inumidito con acqua o detergente liquido o utilizzare un aspirapolvere.
    • Aprire una finestra o una porta in modo che la circolazione dell’aria sia più uniforme, in modo che la stanza non si senta umida.
    • Posizionare gli animali fuori casa o in una stanza particolare.
    • Lavare gli animali domestici una volta alla settimana.
    • Pulire regolarmente le gabbie per animali domestici.
    • Registra il tipo di cibo che potrebbe essere una fonte di allergie in modo che possa essere evitato
    • Leggere sempre l’etichetta della confezione per scoprire gli ingredienti utilizzati prima di acquistare cibo.
    • Chiedendo gli ingredienti alimentari che vengono utilizzati in dettaglio prima di ordinarli in un ristorante.
    • Pulire la cucina per evitare il muschio, in particolare lavare i piatti e lavare i panni.
    • Non appendere i vestiti in casa.
    • Usa un braccialetto che ti informa che soffri di allergie gravi, così gli altri lo sanno, specialmente quando non riesci a comunicare quando arriva una reazione allergica.

    Prevenzione di Anafilassi

    Controlla se hai anafilassi perché se un’allergia si ripresenta e non viene trattata il più rapidamente possibile, rischi di perdere conoscenza o addirittura la morte. Si consiglia di portare sempre con sé due dosi di epinefrina da usare immediatamente se si verifica un attacco anafilattico. Indica inoltre come utilizzare l’iniezione alle persone più vicine in modo che possa essere somministrata un’iniezione di adrenalina in attesa dell’arrivo di un medico.

    Sintomi

    I sintomi di una reazione allergica di solito compaiono pochi minuti dopo il contatto con un allergene. Questi sintomi possono anche svilupparsi gradualmente entro poche ore. I sintomi allergici che sperimentiamo generalmente dipendono dal tipo di allergene e dal modo in cui entriamo in contatto con gli allergeni. Ad esempio, i sintomi di allergia dovuti al cibo causeranno sintomi nella bocca o nell’apparato digerente, mentre le allergie alla polvere causeranno sintomi nel sistema respiratorio. Quanto segue è una spiegazione dettagliata.

    Allergie dovute a morsi o punture di insetti

    Oltre al gonfiore nella parte che viene morsa, questo tipo di allergia può causare la comparsa di prurito in tutto il corpo, tosse, senso di costrizione toracica, mancanza di respiro e gravi reazioni allergiche (anafilassi).

    Allergie dovute a sostanze presenti nell’aria

    Se hai un’allergia alle sostanze presenti nell’aria, come polvere, polline o acari della polvere, il sintomo principale che avvertirai è di solito starnutire. Questi sintomi possono svilupparsi in un naso che cola o che scatena difficoltà respiratorie. Possono anche comparire prurito al naso, occhi rossi, lacrimosi e gonfi.

    Allergie alimentari

    Determinati alimenti possono causare sensazioni di pizzicore o prurito in bocca. Possono verificarsi anche gonfiori delle labbra, della lingua, degli occhi, della gola o del viso. Inoltre, questo tipo di allergia può anche causare eruzioni cutanee pruriginose e rosse sulla pelle, nausea, dolore addominale e diarrea.

    Allergia dovuta a medicinali

    Anche i farmaci possono causare reazioni allergiche. I sintomi possono includere prurito della pelle, eruzioni cutanee, gonfiore del viso, difficoltà respiratorie e anafilassi .

    Oltre ai sintomi di cui sopra, le allergie possono anche apparire quando la pelle viene toccata da alcune sostanze. Ad esempio sapone, shampoo, profumo o gomma naturale (lattice). Questo tipo di allergia si tradurrà in un tipo di infiammazione della pelle nota come dermatite atopica. La dermatite atopica causa sintomi di prurito, arrossamento e desquamazione.

    Se hai riscontrato i sintomi di cui sopra, dovresti scoprire la causa in modo che tu possa discuterli con il tuo medico in modo che le tue allergie possano essere trattate.

    Riconoscere i sintomi di anafilassi

    Alcune allergie possono a volte causare reazioni gravi e fatali, vale a dire anafilassi. Questa reazione si verifica generalmente in tutto il corpo e si diffonde molto rapidamente. I sintomi dell’anafilassi includono:

    • Vertigini.
    • Grave mancanza di respiro.
    • Svenimento a causa della diminuzione della pressione sanguigna.
    • Nausea.
    • Vomito.
    • Eruzioni cutanee.
    • Un impulso veloce, ma debole.
    • Pelle e labbra blu.
    • Svenimento o perdita di conoscenza.

    I pazienti anafilattici necessitano di cure mediche di emergenza. Le reazioni anafilattiche possono essere trattate con iniezioni o farmaci adrenalina.

    Trattamento

    Oltre a evitare gli allergeni, il trattamento medico delle allergie con i farmaci mira anche a controllare i sintomi di allergia che appaiono. I tipi di medicinali per le allergie sono:

    Antistaminici

    Questi farmaci agiscono inibendo gli effetti dei composti dell’istamina nelle allergie. Gli antistaminici possono essere utilizzati sotto forma di compresse, creme, liquidi, colliri o spray nasali, a seconda dell’area interessata dall’allergia. Alcuni tipi di antistaminici causano sonnolenza dopo il consumo. Pertanto evitare antistaminici che causano sonnolenza poco prima di guidare un veicolo o un motore.

    Spray ai corticosteroidi

    Questo farmaco è efficace per il trattamento delle infiammazioni in caso di allergie. Questo farmaco steroide può essere ottenuto sotto forma di spray nasale, collirio, creme, inalatorie compresse. Gli effetti collaterali sono inferiori ai corticosteroidi in forma di compresse, perché funzionano solo in una particolare area e poco è assorbito dal corpo.

    Decongestionanti

    Oltre a compresse e capsule, questo farmaco è disponibile anche sotto forma di gocce o spray nasale. I decongestionanti sono utili per alleviare la congestione. Questo farmaco è raccomandato solo per l’uso a breve termine (meno di una settimana).

    Inibitori di leucotrieni

    Il leucotriene è un composto che può causare gonfiore delle vie respiratorie durante una reazione allergica. Questo farmaco serve a inibire gli effetti dei leucotrieni. Questo farmaco può essere utilizzato in forma di compresse.

    Se soffri di allergie gravi o non puoi essere curato con altri trattamenti, il medico può raccomandare l’immunoterapia con allergeni ( desentilisastion ) In questa terapia, la dose di allergene in piccole quantità viene somministrata mediante iniezione, gocce ( ROP ) o talvolta posta sotto la lingua. La somministrazione di allergeni viene effettuata per diversi anni. L’obiettivo è quello di familiarizzare il corpo con l’allergene. Anche se non si guarisce completamente, questo renderà i sintomi di allergia più leggeri.

    Manipolazione per anafilassi

    Se la tua allergia può causare shock anafilattici, si raccomanda di prendere sempre l’iniezione di adrenalina prescritta dal medico e di usarla in caso di emergenza. Puoi anche indossare un braccialetto o una collana di allergy alert, se possibile, in modo che se si verifica un’anafilassi, le persone intorno a te conoscano la causa e possono agire il più rapidamente possibile.

      Ultimi approfondimenti dall'Open Wiki di OpenSalute

      Siamo anche su: