Mal di schiena: cause, sintomi e trattamenti

Mal di schiena

Il mal di schiena è uno dei motivi più comuni di assenza per malattia sul posto di lavoro; spesso il fastidio generato ci porta a ricorrere al parere di un medico per tentare di risolverlo. I dischi erniati, la lombaggine, la sciatica, la spondilite anchilosante o la scoliosi sono cause comuni.

Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2019

    Mal di schiena

    Oggigiorno, molte persone soffrono di mal di schiena, poiché siamo abituati a stressare troppo la colonna vertebrale e i muscoli della schiena assumendo posizioni scorrette (attività da seduti, tempo libero davanti alla TV) o quando ci capita di fare movimenti sbagliati (movimenti e sollecitazioni unilaterali, trasporto e sollevamento errati).

    Quando parliamo di mal di schiena, ci riferiamo a degli acciacchi che provengono dalla colonna vertebrale; tuttavia anche i tessuti,  le ossa o  i nervi direttamente collegati ad essa possono esserne colpiti. La colonna vertebrale è circondata da numerosi filamenti muscolari che consentono il movimento e la postura eretta; infatti nella maggior parte dei casi, le ossa della colonna vertebrale non sono la causa del dolore, ma piuttosto gli effetti sui nervi. Più comunemente, possiamo dire che è la tensione muscolare che causa mal di schiena.

    La colonna vertebrale umana è costituita da tre sezioni (colonna cervicale, toracica e lombare) con un totale di 24 vertebre. Tra le singole vertebre, i dischi fungono da cuscinetto contro shock e urti; essi sono costituiti da un anello esterno fibroso di cartilagine e da un nucleo interno gelatinoso. Nel canale spinale, che è formato dagli archi ossei delle vertebre giustapposte scorre il midollo spinale;  proprio da questo emergono molti fasci nervosi di singole parti del corpo.

    Cause del mal di schiena

    Una delle cause più comuni di mal di schiena è l’ernia del disco o la protrusione del disco, che si verifica più comunemente nella colonna lombare.

    In un ernia del disco, l’anello fibroso esterno del disco intervertebrale si strappa e il nucleo gelatinoso si gonfia e spesso preme sulle radici nervose, che emergono dal midollo spinale. Ciò causa forti dolori, che si irradiano in parte nei glutei e nella gamba.

    Se si verificano debolezza muscolare o paralisi alle gambe o disturbi sensoriali sulla pelle delle gambe, può significare che la corrispondente radice del nervo è danneggiata. Al fine di evitare danni permanenti, è necessario un aiuto medico immediato.

    Lombaggine

    Un lombaggine è un dolore che colpisce la zona sacrale, in gergo popolare questo disturbo è chiamato anche “colpo della “strega” a causa della sua natura improvvisa e molto dolorosa.
    Dal 60 all’80% di tutte le persone sono “colpite dalla strega” almeno una volta durante la loro vita; questo disturbo si verifica spesso tra i 30 e i 50 anni.

    In seguito, la colonna vertebrale diventa immobile, quindi una lombalgia è meno comune nella vecchiaia. La lombalgia acuta è spesso causata da una costrizione della colonna lombare dovuta a movimenti o scatti goffi, da uno stress eccessivo o improprio della zona.

    Sciatica con lombalgia

    I medici parlano di sciatica quando ci si riferisce al mal di schiena causato dal nervo sciatico. Il nervo sciatico corre dalla spina lombare ai fianchi e alle cosce fino alle ginocchia. Il dolore sciatico è solitamente dovuto a irritazione e infiammazione del nervo sciatico o delle radici nervose. In caso di sciatica, le persone colpite spesso provano dolore nell’area della colonna lombare o del coccige.

    Altre cause di mal di schiena

    Altre cause di mal di schiena sono la curvatura spinale congenita o acquisita in crescita, la cosiddetta scoliosi. Oltre alla scoliosi esistono la cifosi e la lordosi, due condizioni che non sono pericolose per la salute ma se non curate possono portare a problemi nel corso degli anni, soprattutto se vengono sviluppate nell’infanzia o nell’adolescenza. Dovrebbe essere buona norma educare i nostri figli ad una corretta postura sempre.

    Le condizioni come infiammazione o tumori portano a lombalgia persistente o ricorrente. Oltre ai cambiamenti fisici, lo stress mentale è una causa comune di problemi alla schiena.

    Trattamento del mal di schiena

    Il mal di schiena può essere trattato con esercizi ginnici opportunamente adattati (esercizi mirati per allenare i muscoli della schiena). Fare stretching tutti i giorni permette l’allungamento della schiena e previene la comparsa di dolori muscolari o ai nervi;  Per le persone che soffrono frequentemente di dolori alla schiena è consigliabile seguire un corso di ginnastica posturale; questa infatti, attraverso una serie di esercizi, permette di sciogliere i muscoli ed assumere una posizione della schiena corretta nella vita di tutti i giorni.

    Per prevenire problemi alla schiena nei bambini, i medici consigliano come sport il nuoto. Infatti oltre ad allenare il sistema cardiocircolatorio, nuotare permette di sviluppare bene la muscolatura di tutto il corpo ( compresa quella della schiena) senza subire contraccolpi o urti.

    Dunque praticare sport quotidianamente aiuta  a prevenire eventuali problemi alla schiena oltre che giovare a tutto il corpo.

    Un trattamento farmacologico con antidolorifici è consigliabile solo nei casi acuti per alleviare il dolore. Inoltre, solo per un breve periodo, altrimenti c’è il rischio di minaccia di tossicodipendenza. A volte infatti esiste il rischio di incorrere in  gravi effetti collaterali e conseguenze che possono derivare da un uso permanente di antidolorifici.